Non essere social oggi è l’11° peccato…anche e soprattutto in questo settore. Esserci sui social avere profili aziendali “tanto per esserci” oppure “perché non si può fare altrimenti” è sicuramente la scelta piu improbabile e sbagliata da fare. Basta fare “il compitino” delle scuole elementari.

C’è la necessità di investire in un protocollo di lavoro mensile con azioni pianificate e misurate, investire in ricerca e sviluppo su App e Piattaforme di gestione dei social e della comunicazione, smettere di improvvisarsi e di fare qualche corso gratuito qua e là. Servono attività professionali, professionisti del settore e costruire un piano social integrato al piano marketing e di comunicazione affinche tutto sia organico, fruibile e riconoscibile.